CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Voghera

Ferrata del Gorbeillon

domenica 28 maggio 2017



Scarica il volantino in formato PDF

Dislivello avvicinamento: m. 150 circa
Sviluppo ferrata: m 200 circa
Tempi: 2.00 – 2.30 h per la salita
0.45 – 1.00 h per la discesa
Difficoltà: EEA : D
Ritrovo: ore 6.50 presso la Sezione
Partenza: ore 7.00
Viaggio: mezzi propri

Percorso:
autostrada fino a Chatillon – S.Vincent; risalire la val Tournanche fino a Paquier e dopo la chiesa svoltare a sx per Crépin; appena dopo il ponte sul Marmore parcheggiare l'auto in una piazzola presso l'inizio del sentiero per il lago di Cignana

Punto di appoggio: locali in paese.
Escursione proposta da:
Lodi Martina 339 7919675

Descrizione dell'itinerario
Dal parcheggio (1500 m circa) si imbocca il sentiero 6 per il Lago di Cignana che prima con ripidi tornanti e poi con un tratto orizzontale con balaustre sale nel bosco fino alla palestra di roccia. Appena prima, sulla verticale di una pietraia con grossi massi, un cartello ci fa risalire la pietraia e poco oltre troviamo l'attacco della ferrata (1650 m).
Ferrata
La ferrata si sviluppa tra esposti traversi, placche verticali levigate e alcuni passaggi adrenalinici e strapiombanti fino a raggiungere il punto clou del percorso, il ponte tibetano. Un cavo per i piedi e due per le mani e moschettoni ci permettono di superare un profondo vallone; una buona dose di sangue freddo non guasta sicuramente! Se non siamo troppo presi, guardiamoci attorno: a seconda della posizione possiamo ammirare il Grand Tournalin, il Mont Roisettaz ed anche il Cervino. Dopo il ponte ancora una bellissima placca e poco oltre su di un pianoro alberato troviamo il sentiero ed i cavi per la discesa.
Discesa
La discesa non è altro che una ferrata da percorrere al contrario, senza le difficoltà dela salita. Cenge, traversi e salti di roccia attrezzati ci conducono a ritrovare il sentiero già percorso in salita e, in breve, al parcheggio.

Per i non Soci: Assicurazione obbligatoria 7 euro + 4 di diritti segreteria


Abbigliamento:
Da escursionismo in ambiente di alta montagna.

Attrezzatura:
Pedule, guanti da ferrata, casco, imbraco, set da ferrata.
Utile una longe supplementare con moschettone a ghiera con la quale appendersi in caso di affaticamento delle braccia.

REGOLE DI COMPORTAMENTO
leggi attentamente il foglio gita e valuta le tue capacità fisiche. Ogni accompagnato si ritiene in grado di superare agevolmente le difficoltà proprie dell’attività come indicate nel presente volantino;
ogni accompagnato ha l’obbligo di comportarsi in modo diligente e prudente nonché di adeguare il suo comportamento alle indicazioni del capogita e dei suoi collaboratori. Il reiterato rifiuto di ottemperare alle direttive del capogita comporta l’esclusione immediata dall’attività. A seguito dell’esclusione dell’accompagnato il capogita e tutti gli altri soggetti responsabili non rispondono dei danni subiti o cagionati ad altri dall’escluso;
sii puntuale agli orari;
non sopravanzare il conduttore di gita;
non abbandonare il gruppo o il sentiero;
non ti attardare per futili motivi;
coopera al mantenimento dello spirito di gruppo ed alla sua compattezza;
rispetta l’ambiente, non abbandonare rifiuti, non cogliere vegetali, non produrre inutili rumori molesti.

Legenda Difficoltà:
T = Turistico
E = Escursionismo, preparazione adeguata
EE = Escursionismo impegnativo, preparazione adeguata, passo sicuro e assenza di vertigini
EEA = come il precedente e con tutta l’attrezzatura di sicurezza per la progressione su vie ferrate