CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Voghera

I laghi della Lavagnina
domenica 18 febbraio 2018


Scarica il volantino in formato PDF

Zona: Piemonte Provincia di Alessandria
Difficoltà: E(escursionismo )
quota partenza (m): 559 slm
quota arrivo (m): 337 slm
dislivello complessivo (m): +/- 250 mt
Segnaletica: sentiero 402 due linee verticali gialle
Lunghezza: km 13,64 totali circa
Ambiente: media montagna
Tempo: cammino effettivo 5h (andata e ritorno)
Pranzo: al sacco
Ritrovo: ore 7.45 presso il Comando Polizia
Locale (Voghera via F.lli Kennedy)
Partenza: ore 8.00
Viaggio con mezzi propri (da valutare a seconda degli iscritti pullman da 30 posti)

Escursione proposta da: Lorenza Cotroneo
cell. 338 4003640
email lorenzacotroneo@gmail.com

Indicazioni stradali:
Uscire da Voghera in direzione Casei Gerola dove si prende la A7 per Genova Uscita Serravalle Scrivia. Direzione Voltaggio (SP166) e poi verso Valico degli Eremiti.
Distanza: 60 km circa
Tempo di percorrenza: h.1,15
Pedaggio € 2,80 (fonte ViaMichelin)
Quote partecipazione per i non Soci
- Diritti di segreteria € 4,00 ;
- Assicurazione : € 7,00
Costo viaggio in auto: € 35,60 (60 x 2 x 0,25)+ (2,80 x 2)

Descrizione itinerario:
All'uscita dall'autostrada a Serravalle Scrivia breve tappa ma d'obbligo al bar caffetteria La Suissa. Si prosegue per Gavi e da qui a Voltaggio per prendere la Via Val Morsone fino al Valico degli Eremiti dove si lasciano le autovetture. Si percorre un breve tratto della SP165 e si prende il sentiero che scende, attraverso un bosco, sino ad arrivare alla confluenza del Rio Eremiti nel Gorzente. Si prosegue in un sentiero stretto che corre sull'orlo di dirupi più o meno scoscesi per i quali bisogna prestare attenzione; dopo aver superato piccoli saliscendi su rocce a volte anche grosse si arriva all'entrata di un bel bosco dove si trovano piante di rovere, castagno, sorbo montano, pino nero e marittimo.
Qui il sentiero diventa meno faticoso (tranne per una piccola deviazione a causa di una frana ) e inizia il sentiero naturalistico che ci porterà a costeggiare il lago superiore della Lavagnina (che con un po' di fortuna potremmo trovare non troppo secco) e poi il lago inferiore che invece è sempre pieno di acqua. Raggiungiamo la casa del custode e riprendiamo la strada del ritorno dove poco dopo troviamo un'area attrezzata e possiamo consumare il nostro pranzo; riprenderemo la stessa strada per raggiungere il Valico degli Eremiti. Il percorso, per quanto escursionistico, presenta alcuni tratti “impegnativi” ma che sono ampiamente ripagati dal bellissimo paesaggio che il fiume Gorzente regala con le sue calette, cascatelle e scorci fantastici.
In caso di maltempo (anche nei giorni recedenti l'escursione) è prudenziale rimandare l'escursione in quanto le rocce potrebbero risultare scivolose e i due guadi non facilmente superabili.
Sarà nostra premura proporre un'escursione alternativa sempre che il tempo non sia proprio inclemente.
Abbigliamento: si raccomanda il solito abbigliamento “a cipolla” e scarponi con suola ben scolpita.
Non occorre alcuna attrezzatura da ferrata.
Sul percorso non è possibile rifornirsi di acqua.
Iscrizione in Sede entro venerdì 16 febbraio

REGOLE DI COMPORTAMENTO
leggi attentamente il foglio gita e valuta le tue capacità fisiche. Ogni accompagnato si ritiene in grado di superare agevolmente le difficoltà proprie dell’attività come indicate nel presente volantino;
ogni accompagnato ha l’obbligo di comportarsi in modo diligente e prudente nonché di adeguare il suo comportamento alle indicazioni del capogita e dei suoi collaboratori. Il reiterato rifiuto di ottemperare alle direttive del capogita comporta l’esclusione immediata dall’attività. A seguito dell’esclusione dell’accompagnato il capogita e tutti gli altri soggetti responsabili non rispondono dei danni subiti o cagionati ad altri dall’escluso;
sii puntuale agli orari;
non sopravanzare il conduttore di gita;
non abbandonare il gruppo o il sentiero;
non ti attardare per futili motivi;
coopera al mantenimento dello spirito di gruppo ed alla sua compattezza;
rispetta l’ambiente, non abbandonare rifiuti, non cogliere vegetali, non produrre inutili rumori molesti.