CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Voghera

La Sezione organizza
Escursione per ragazzi

(e non) al Monte Giugo

Domenica 20 gennaio 2019


Scarica il volantino in formato PDF

Nervi (GE)Monte Giugo m. 487 (con possibilità di prolungamento al monte Cordona, m. 802)
Difficoltà: E – Escursionismo
Dislivello: in salita m. 470
Percorso ad anello di circa 11 km
Segnavia alla partenza: due triangoli rossi pieni.
Tempo effettivo di cammino a/r:4h 30 min.
Ritrovo: ore 8.00 alla biglietteria della stazione ferroviaria di Voghera.
Viaggio in treno. Partenza h. 8.15,
arrivo a Ge-Nervi h. 9.37, nessun cambio
Al raggiungimento di un congruo numero di partecipanti, possibilità di viaggio in pullman con partenza:
ore 8.00 da Casteggio parcheggio Carrefour;
ore 8.15 da Voghera presso la Sezione.
Inizio escursione: ore 10.30 circa
Pranzo: al sacco.
Disponibilità d'acqua: a San Rocco.
Fine escursione: entro le ore 16
Rientro: Partenza da Nervi h 16.49, arrivo a Voghera h. 18.41 (cambio a Ge-Principe).

Escursione proposta da:
Luisa Golino 347-6614915 con gli
Accompagnatori di Escursionismo Giovanile

Note
Con questa seconda escursione dell’anno riprendiamo l'attività dedicata ai nostri Giovani Soci di età compresa fra gli 8 e i 15 anni. Andiamo in Liguria, a pochi chilometri dal centro del capoluogo Genova, con l’intento di sempre: riunire un buon numero di giovani, cercando di trasmettere loro l’amore per l’aria aperta, il camminare e soprattutto la gioia di stare insieme.
L’escursione sarà effettuata solo in presenza di buone condizioni meteo. In caso di maltempo sarà rinviata.

L’escursione è destinata ai nostri Soci Giovani ma gli adulti che vorranno aggregarsi saranno i benvenuti.

Munirsi di biglietto: Costo euro 19,20
inoltre per i non Soci: euro 10
(assicurazione obbligatoria), indicando nome, cognome e data di nascita.

Iscrizioni entro martedì 15 gennaio,
in Sezione, per mail o telefono al proponente.

Descrizione dell’itinerario
L'escursione ha inizio dalla stazione di Nervi. Dopo una breve sosta per riordino ed eventuale acquisto di focacce, si risalgono ripide scalinate (segnavia due triangoli rossi pieni) che portano alla cappella di San Rocco (m. 205 slm, 45 min., fontana). Si prosegue sempre in salita, fra boschetti e piccole radure, fino ad una piccola area picnic, con panche (m. 420 slm, 50 min. da San Rocco), ove è possibile fare una breve sosta per rifiatare prima dell’ultimo balzo che ci condurrà al monte Giugo (m. 487 slm, 20 min. dall’area). Il monte, dal quale si gode di un ottimo panorama sul mar Ligure, su Genova e sul promontorio di Portofino, non costituisce una vera e propria vetta bensì il contrafforte meridionale del monte Cordona. Il monte Giugo unitamente al monte Moro, riparando la costa dal vento di tramontana, contribuisce a creare quel mite microclima che caratterizzata Nervi.
Per chi lo desiderasse c’è la possibilità di proseguire l’escursione e raggiungere la vetta del monte Cordona (m. 802, + 1 h dal Giugo) e fare ritorno (45 min.). Per rientrare a Nervi ci si abbassa di pochi metri al valico della Crocetta (485) ove piegando bruscamente a destra si prende uno stretto sentiero (no segnavia). Dopo 50 min da via della Gaigiana si arriva ad un incrocio con 5 vie, nei pressi di una casa gialla: si prende la destra e si prosegue fino al bivio successivo continuando su via Ravano (piastrellato). Da via Ravano in via Superiore dei Penchi (lavatoio) si scende a sinistra x via dei Tasso. Si arriva così alla chiesa di Sant’Ilario (cantata da Fabrizio De André, foto).
Poco sotto c’è l’oratorio di san Nicola. Da qui, lunghe scalinate contraddistinte da punto rosso in cerchio rosso, ci conducono in 45 min al mare. Si gira a destra e si percorre la panoramica passeggiata Anita Garibaldi che ci condurrà alla stazione.

Abbigliamento
Obbligatori scarponcini da trekking con suola scolpita. No scarpe da tennis o simili.
Abbigliamento comodo da escursionismo, con capi leggeri da indossare a piu’strati, pantaloni lunghi, ricambio indumenti, cappellino, guanti,Kway antipioggia.

REGOLE DI COMPORTAMENTO
leggi attentamente il foglio gita e valuta le tue capacità fisiche. Ogni accompagnato si ritiene in grado di superare agevolmente le difficoltà proprie dell’attività come indicate nel presente volantino;
ogni accompagnato ha l’obbligo di comportarsi in modo diligente e prudente nonché di adeguare il suo comportamento alle indicazioni del capogita e dei suoi collaboratori. Il reiterato rifiuto di ottemperare alle direttive del capogita comporta l’esclusione immediata dall’attività. A seguito dell’esclusione dell’accompagnato il capogita e tutti gli altri soggetti responsabili non rispondono dei danni subiti o cagionati ad altri dall’escluso;
sii puntuale agli orari;
non sopravanzare il conduttore di gita;
non abbandonare il gruppo o il sentiero;
non ti attardare per futili motivi;
coopera al mantenimento dello spirito di gruppo ed alla sua compattezza;
rispetta l’ambiente, non abbandonare rifiuti, non cogliere vegetali, non produrre inutili rumori molesti.